• Post comments:0 Commenti

Attività di team building
e VR:

Le nuove frontiere della formazione aziendale

Quando si parla di realtà virtuale, il primo pensiero va a giochi per pc e consolle e a giocatori adolescenti impegnati in attività che, per la maggior parte degli adulti, sono una perdita di tempo. In realtà, il gioco e la realtà aumentata hanno più campi di applicazioni di quanto si pensi: dai musei alle scuole, fino ad arrivare al loro uso nelle multinazionali. Infatti, quello che emerge è la tendenza ad utilizzare questo tipo di tecnologia anche in contesti complessi e dinamici, come le aziende. L’idea è quella di usare la realtà aumentata per lavorare sulla realtà reale migliorandola, eliminandone i punti di criticità e gli aspetti negativi. Questa è un po’ la filosofia dietro alla tendenza, emersa soprattutto negli ultimi anni, di utilizzare la gamification e la realtà virtuale applicandola alle attività di team building.

Che cos’è il team building?

Le attività di team building sono, all’interno delle risorse umane, tutta una serie di pratiche volte a costruire un gruppo solido e coeso,  attraverso il rafforzamento dei legami all’interno del gruppo. L’obiettivo non è solo quello di creare dei legami più forti tra persone che collaborano all’interno della stessa azienda o all’interno dello stesso team per rendere la collaborazione più semplice e produttiva, ma anche far nascere un rapporto tra dipendente e azienda attraverso la creazione di un senso di identità. In questo modo, sarà più semplice sviluppare una collaborazione più proficua tra le parti.

Sebbene si tratti di un’attività prevalentemente ludica, che ha come scopo lo scioglimento di tensioni e problematiche all’interno del gruppo, essa necessita di un’attenta preparazione. Alla base vi è la creazione di un clima di interazione e partecipazione tra i colleghi. Lo scopo è innescare, all’interno del gioco, comportamenti virtuosi volti a maggiore collaborazione, coesione e interazione tra i dipendenti.

Lo scopo finale è l’utilizzo dei comportamenti e le tecniche apprese all’interno del gioco anche in contesti reali, in particolare all’interno delle dinamiche d’ufficio.

Esistono diversi tipi di attività di team building. Le più tradizionali prevedono attività sportive di vario genere, dal bootcamp alla caccia al tesoro fino al go-kart, attività musicali, e teatrali. Tuttavia, di recente, le aziende hanno iniziato a comprendere le potenzialità legate alle nuove tecnologie e, in particolare, alla realtà aumentata e al gaming virtuale.

Realtà aumentata e attività di Team Building: i vantaggi

L’industria del gaming e della VR hanno saputo sfruttare l’occasione offerta dalla crescente domanda da parte delle aziende, il cui obiettivo è offrire ai dipendenti esperienze di team building coinvolgenti e innovative, che siano in grado di migliorare le soft skills del personale.

In particolare, le competenze che è possibile acquisire grazie alla realtà aumentata sono diverse, e riguardano diversi livelli. Grazie alla realtà aumentata è possibile sviluppare e stimolare la creatività, migliorare il rapporto tra i dipendenti grazie al potenziamento delle abilità interpersonali, sviluppare i singoli talenti e migliorare la capacità gestionale e manageriale, soprattutto in relazione alla gestione delle crisi.

Realtà aumentata e attività di team Building: le proposte tra gamification e formazione

Come già detto, le proposte per offrire esperienze di team building uniche ed emozionanti non mancano e coinvolgono tecnologie e giochi diversi, che spaziano dal single player al multiplayer. Tra le proposte più interessanti ci sono, per esempio, i simulatori di guida dinamici professionali. Si tratta di sistemi che utilizzano apparecchiature professionali che garantiscono il massimo della performance e ricalcano perfettamente le sensazioni della guida professionale, dalla cura delle ambientazioni, totalmente verosimili, alla fatica durante la guida.

Un’altra interessante esperienza riguarda la realtà aumentata applicata ai simulatori di volo statico, grazie ai quali è possibile creare campi di battaglia aerei immersivi e simulazioni di volo con particolari totalmente realistici e particolareggiati.

Simulatori di volo, ma non solo. È possibile anche, per esempio, tornare indietro nel tempo per effettuare l’allunaggio, oppure, seguendo una delle ultime tendenze del momento, coinvolgere il proprio team in una fuga attraverso la risoluzione di indovinelli ed enigmi seguendo l’ormai famoso format delle “escape rooms”. Giochi multiplayer, ma anche altre attività.

Tra le ultime novità in campo tecnologico l’introduzione di postazioni multigioco in grado di coinvolgere più giocatori simultaneamente. Il meccanismo è semplice: in piedi, ci si munisce di visori 3D per giocare e inizia il divertimento. Attraverso questo tipo di esperienza è possibile, tra le altre cose, apprendere attraverso piattaforme educative e sottoporsi ad attività di formazione specifica.

Le proposte che la realtà aumentata offre in ambito di attività di team building sono diverse, e rappresentano il futuro dell’esperienza AR rivolta ai servizi per le aziende. Si tratta di una tendenza giovane e dinamica, di cui sono sicura sentiremo ancora parlare.

Miriam Salamone

Interessato? Contattaci!

Fissa un colloquio o chiedici maggiori informazioni

Lascia un commento